Akron Regeneration S.r.l.

Osteotomie tibiali di addizione con MSC

Dott. Del Din Rainero

Direttore S.O.C. Ortopedia e Traumatologia
Ospedale SS. Antonio e Margherita
Tortona

Dott. Del Din Rainero

L’osteotomia valgizzante tibiale di addizione nel ginocchio varo è un intervento che pratichiamo da vari anni e che ci ha dato buoni risultati clinici e funzionali. I limiti di questo intervento erano legati ai tempi piuttosto prolungati di osteointegrazione del gap osseo e conseguentemente ai tempi di recupero piuttosto lunghi. Le richieste da parte dei pazienti di recuperi post operatori sempre più precoci ci ha indotti a cercare una soluzione a questo problema e a pianificare una procedura chirurgica in grado di ridurre i tempi di osteointegrazione e di recupero funzionale. Scartata l’ipotesi di colmare il gap osseo con innesti autologhi prelevati dall’ala iliaca per l’invasività del gesto chirurgico ci siamo orientati verso la scelta di osso equino deantigenato imbibito di concentrato di cellule mesenchimali prelevate dall’ala iliaca. I risultati che abbiamo ottenuto dai primi 10 casi trattati e controllati clinicamente e radiologicamente ai 2 mesi dall’intervento sono molto promettenti. Una comparazione radiologica con un metodo semiquantitativo con un gruppo di pazienti operati con la stessa tecnica chirurgica in cui il gap era stato colmato con idrossiapatite ha mostrato gradi di osteointegrazione nettamente superiori rispetto al gruppo di controllo. Anche dal punto di vista clinico e soggettivo i risultati sono significativamente migliorati ai 2 mesi con recuperi funzionali pressoché completi. Sulla base di questi dati riteniamo che la tecnica sia valida ed il costo della procedura sia sicuramente compensato da una precoce ripresa della vita lavorativa e di relazione da parte del paziente.

Dott. Del Din Rainero